Mentre in “passerella” andava una AlphaTauri nei colori AT02 ma con il fondo e non solo del 2020, i rendering della nuova monoposto anticipavano gli interventi introdotti dai tecnici di Faenza.

Bargeboard già sostanzialmente diversi e un’aerodinamica dell’avantreno sulla quale il direttore tecnico Jody Eggington ha spiegato: “Per il terzo anno consecutivo, useremo cambio, sospensioni posteriori e alcuni componenti delle sospensioni anteriori di Red Bull Technology, ma per il 2021 abbiamo scelto di continuare a utilizzare lo stesso design delle sospensioni posteriori e del cambio del 2020.

L'editoriale del direttore: forza Fernando

Abbiamo deciso di utilizzare i due token per sviluppare un nuovo musetto e abbiamo inoltre ridisegnato la sospensione anteriore, aggiornando di conseguenza alcune componenti dello sterzo fornite da Red Bull Technology alle specifiche del 2020, così come permesso dal regolamento tecnico”.

Aerodinamica, fondo e non solo

Altro elemento in vista dai rendering diffusi da AlphaTauri, il trattamento del fondo, l’interpretazione delle limitazioni regolamentari mirate a ridurre il carico aerodinamico. La AT02 presenta un restringimento netto all’altezza di metà pance, punto sul quale Eggington aggiunge: “In seguito alle modifiche regolamentari che mirano a una riduzione del carico aerodinamico, abbiamo dovuto apportare dei cambiamenti al fondo, al diffusore e ai condotti dei freni posteriori. E questo ha richiesto un ulteriore lavoro di ottimizzazione di tutto ciò che stava attorno a questi elementi.

Il lavoro intrapreso per lo sviluppo della nostra vettura per il 2021 va quindi ben oltre le singole modifiche imposte dal regolamento e ha comportato dei cambiamenti a quasi tutte le parti aerodinamiche, incluso lo sviluppo e il packaging di larga parte delle componenti non visibili dall’esterno. Ci siamo impegnati molto per recuperare la perdita di carico aerodinamico in seguito alle modifiche regolamentari, concentrandoci particolarmente sul miglioramento della finestra operativa dell’aerodinamica della vettura.

Questa è un’attività che continuerà nel corso della stagione con la suddivisione delle risorse tra il progetto 2021 e quello del 2022, per massimizzare il potenziale di entrambi i progetti”.

Honda tutta nuova, rivisto il pacchetto

L’impressione che si sia riusciti a restringere ulteriormente gli ingombri ai lati della power unit vede il direttore tecnico approfondire la materia e dire: “In effetti, Honda ci fornisce una nuova Power Unit quest’anno e abbiamo colto l’occasione per sviluppare un nuovo packaging attorno ad essa. Honda è determinata a spingere fino alla fine del 2021 e siamo certi che la power unit darà il massimo.

Gasly: "Sono pronto"

Nel corso di questi ultimi anni siamo stati soddisfatti dalle power unit Honda e credo che continuare a utilizzarle (dal 2022 in poi, fornite da Red Bull Powertrains; ndr) ci consentirà di essere competitivi. Questa è davvero una grande notizia per il team. È un impegno enorme da parte di Red Bull, ma permetterà sia alla Scuderia AlphaTauri che alla Red Bull Racing di rimanere competitivi utilizzando un’unità di potenza con cui siamo già a nostro agio. Spesso un team cliente è costretto a scendere a compromessi – specie con il telaio – e questo può inibire le performance di un’auto. Mantenere una PU interna attraverso Red Bull Powertrains Limited ci consentirà di mantenere il miglior pacchetto possibile”.