Fortunatamente sta bene Carlos Sainz, che si ricorderà purtroppo il suo primo sabato da ferrarista nel suo primo GP d'Italia per l'incidente nelle FP2. Impatto molto forte che ha lasciato paura e strascichi anche nel pomeriggio, durante la Qualifica Sprint. Il feeling con la sua Ferrari SF21 ne ha evitabilmente risentito, anche se c'è da dire che i meccanici del Cavallino hanno fatto un gran miracolo ai box per consentire allo spagnolo di correre la mini gara a Monza. 

Leclerc: "Non sto benissimo, ma dobbiamo prendere più punti possibili in Ferrari"

"Ho inchiodato per Gasly e ho perso una posizione"

"Quella di stamattina è stata una botta forte, il collo adesso sta bene ma domani sarà più duro, mi serviranno dei massaggi  - ha detto Sainz che ha chiuso la Qualifica Sprint col 7° posto alle spalle di Leclerc -. È stato difficile recuperare, è stata una botta strana e non ho capito cosa è successo. La macchina fa fatica in quella curva, non stavo spingendo al massimo e questo ti toglie fiducia. Ovviamente oggi l’incidente nelle FP2 non ha aiutato in preparazione della Sprint Qualifying perché mi ha fatto perdere confidenza con la vettura e con quella sezione del circuito.

Infatti oggi ho mollato un po' il piede e solo negli ultimi giri sono riuscito a spingere ancora tanto. La partenza non è stata ideale però, perché ho dovuto inchiodare quando Gasly è venuto a contatto con la McLaren e sono rimasto un po’ bloccato, perdendo una posizione. A partire dal primo giro mi sono dunque concentrato sul riprendere fiducia passaggio dopo passaggio".

Verstappen: "Tifosi italiani grandiosi. La pole? È andata meglio del previsto"

Che lotta a Monza con le McLaren

Le Ferrari domani partiranno in terza fila, dietro le due McLaren: una griglia, quella di Monza, che conferma quanto sia ancora accesa la lotta tra le due scuderie per accaparrarsi il titolo di terza forza del Mondiale 2021. "Non guardiamo alle altre squadre, guardiamo solo noi stessi - ha detto il pilota Ferrari -. Ricciardo è forte, la McLaren va forte: per lui è stata una stagione difficile ma per noi è peggio perchè abbiamo due piloti da battere, cercheremo di farlo domani. Tutto sommato sono fiducioso: in gara avremo ulteriori opportunità da sfruttare e faremo del nostro meglio per portare a casa un bel risultato. Infine voglio ringraziare la nostra grande squadra di meccanici che ha risistemato la mia monoposto per la gara del pomeriggio. Ora sotto con il Gran Premio!"