In una prima sessione in cui quasi tutti si sono dedicati principalmente a prove di tipo aerodinamico, cambiando in continuazione i profili tra ali, musetti e diffusori (questi ultimi in particolare la Ferrari), alla fine emerge Vettel grazie a un crono pari a 1'39"006 che gli permette di sopravanzare Hamilton di 12 centesimi esatti. Non molto più in là troviamo Verstappen 3° con un ritardo di 0"148, mentre Raikkonen 4° a 0"512 sopravanza Bottas che ha un gap di 0"735.

A oltre 1 secondo ma comunque primo degli inseguitori troviamo Perez 6° (+1"287) a precedere le due McLaren: Alonso 7° a 1"516 e Vandoorne 8° a 1"563 (quindi separati da soli 47 ms). A completare la top ten delle prime libere troviamo quindi Massa 9° a 1"717 e Ricciardo 10° a 1"767, con il giovane inglese Russell (che ha sostituito Ocon) appena fuori: 11° a 2"125. L'altra "terza guida" presente, vale a dire il nostro Giovinazzi, ha concluso 18°.

Segnaliamo che tutti i crono sono stati ottenuti con gomme ultrasoft, tranne quelli di Sainz (15°) e Hulkenberg (17°) che hanno girato con le supersoft. In più lo spagnolo ha terminato le prove in anticipo per consentire alla squadra il tempo necessario alla sostituzione del motore in vista della seconda sessione di prove, che inizierà alle ore 14 italiane.

I TEMPI DELLE PROVE A YAS MARINA

La cronaca "live" con Twitter

Introduzione

Inizio alle ore 10 italiane (le 13 locali) per la prima sessione di prove libere sul circuito di Yas Marina, in preparazione al GP di Abu Dhabi, ventesima e ultima prova del Mondiale F1 2017. Prove che noi seguiremo come di consueto con la nostra cronaca diretta tramite il canale Twitter dedicato @autosprintLIVE.

Il tracciato semipermanente di 5.554 metri ricavato sull'isola artificiale dell'emirato arabo offre un buon teatro per la gara conclusiva dell'anno, perché possiede buone caratteristiche tecniche che premiano le macchine più complete e più bilanciate tra aerodinamica e meccanica. Molto sollecitate anche le caratteristiche di frenata e trazione, mentre i pneumatici non sono stressati più di tanto: anche per questo la Pirelli ha portato le mescole più morbide, vale a dire soft, supersoft e ultrasoft. Difficilmente verranno utilizzate le gomme da bagnato, perché le previsioni danno sereno: al massimo qualche nuvola proprio in questa prima sessione.

Concludiamo ricordando che in questa prima sessione saranno al volante, oltre ai vari titolari, anche il nostro Antonio Giovinazzi sulla Haas e nuovamente l'inglese George Russell sulla Force India.

Questi alcuni link utili per il GP a Yas Marina:
- i numeri e le curiosità della gara
- le scelte effettuate dalla Pirelli
- quanto vengono sollecitati i freni
- le caratteristiche del tracciato
- gli orari TV di tutte le fasi

LA CLASSIFICA DEL MONDIALE F1 2017