Se tutto andrà bene, per l'88° edizione della 24 Ore di Le Mans dovremmo aspettare settembre, per la precisione il 19 ed il 20. Nel frattempo, dovremmo accontentarci della stessa competizione in forma virtuale, che verrà disputata sulla piattaforma rFactor 2.

Ricciardo e le trattative con la Ferrari

Non solo Verstappen e Norris

Max Verstappen e Lando Norris hanno già confermato la loro partecipazione alla gara che scatterà alle ore 15 del 13 giugno, trasmessa sul sito ufficiale di ACO Le Mans. Tra gli altri, i due piloti di F1 dovranno vedersela con un Team Penske che sarà impegnato in veste "ufficiale" alla prima 24 Ore virtuale della storia. A difendere i colori del vecchio Roger saranno Simon Pagenaud, Ricky Taylor, Dane Cameron e Juan Pablo Montoya, che si alterneranno alla guida della Oreca 07 di Lmp2 numero 6. Un equipaggio composto da quattro piloti professionisti ma da nessun sim-driver, cosa che potrebbe rivelarsi un handicap. Sempre con un'Oreca virtuale sarà della partita Andy Priaulx, campione del WTCC, in gara con il figlio Sebastian oltre che Mike Epps e Olivier Fortin.

Sainz jr tra Alonso, Schumi e papà

C'è anche Button!

Per una griglia che si fa sempre più interessante, da segnalare la presenza del campione del mondo 2009 di F1 Jenson Button, nelle fila del Team Rocket Zansho, anche lui in Lmp2. Button si alternerà alla guida con il pilota britannico Alex Buncombe ed i sim-drivers Jan van der Hyde e Matt Richards.

Ufficiale: niente Gp d'Olanda per il 2020