Siamo di fronte ad una svolta nel mondo delle corse, ed è una svolta a tinte italiane. E' pronta infatti a sbarcare nel motorsport la prima maglia biometrica, un progetto nato dalla collaborazione tra due aziende tricolori, la Marelli e la OMP Racing. I due marchi hanno orgogliosamente annunciato l'omologazione da parte della FIA del cosiddetto sistema VISM, acronimo di Vital Signs Monitor, la prima maglia sottotuta nel mondo delle corse dotata di un sistema integrato per la misurazione dei parametri vitali del pilota.

Sterzi a parte: Toto Wolff ha vinto il mondiale della serietà

Le capacità del sistema VISM

Dopo i guanti biometrici, ora arriva anche la maglia, verso un motorsport sempre più sicuro per la salute dei piloti. Grazie ai sensori Sensitex, sarà possibile monitorare in tempo reale lo stato di salute del pilota attraverso l’elaborazione dell’elettrocardiogramma e della dilatazione toracica. Il battito cardiaco ed il ritmo respiratorio saranno analizzati all'istante, e questo consentirà di verificare in diretta lo stato di salute del pilota. La maglia biometrica VISM poggia su tre aree di "lavoro": monitoraggio della performance, raccolta di dati per l’allenamento e sicurezza del pilota, con dati in simultanea.

James Hunt, il ricordo a 27 anni dalla scomparsa

Le basi della collaborazione

L'OMP ha messo sul tavolo la sua lunga esperienza in fatto di sistemi di sicurezza, produzione di abbigliamento ignifugo per piloti e conoscenza delle norme di omologazione, mentre la Marelli ha contribuito con il proprio know-how in fatto di elettronica applicata al motorsport, acquisizione dati e telemetria. Ne è nata una partnership fortissima che ha portato a questo splendido risultato, un passo avanti nel motorsport.

F.1, doppia gara in Cina?

Delprato: "Grande lavoro di squadra"

Parola adesso ai protagonisti. Comincia Paolo Delprato, CEO di OMP Racing: "Due eccellenze italiane che lavorano insieme per proiettare il mondo del motorsport verso il futuro: questo ci rende particolarmente orgogliosi dello sviluppo di VISM. La collaborazione con Marelli è stata un grande lavoro di squadra, di quelli che ti fanno benedire il momento in cui hai alzato il telefono per proporre il progetto. E’ stato un arricchimento reciproco e ha prodotto un grande risultato, che coniuga sicurezza e performance”.

Leclerc ed il sogno Le Mans

De Filippi: "Anche per l'ambito di serie"

Queste invece le parole di Riccardo De Filippi, Senior Vice President e CEO di Marelli Motorsport: "Condividere la passione per il Motorsport e per l’innovazione. Due ingredienti fondamentali della collaborazione tra Marelli e OMP, che hanno portato alla nascita di VISM. VISM è uno strumento per il monitoraggio dei parametri vitali di piloti professionisti, si interfaccia direttamente con i sistemi di telemetria e acquisizioni dati della vettura, ed è dotato di un sistema di protezione dati end-to-end per dare all’utilizzatore il pieno controllo. Riteniamo che questa esperienza possa essere di notevole importanza per lo sviluppo di sistemi di sicurezza, nonché ausilio attivo alla guida, anche in ambito serie".

Gp Austria: la F.1 cambia così